Il mare d’inverno

cantata da: Loredana Bertè
anno: 1983

Testo della canzone

Il mare d’invernoÈ solo un film in bianco e nero visto alla TVE verso l’internoQualche nuvola dal cielo che si butta giùSabbia bagnataUna lettera che il vento sta portando viaPunti invisibili, rincorsi dai caniStanche parabole di vecchi gabbianiE io che rimango qui solaA cercare un caffè
Il mare d’invernoÈ un concetto che il pensiero non consideraÈ poco modernoÈ qualcosa che nessuno mai desideraAlberghi chiusiManifesti già sbiaditi di pubblicitàMacchine tracciano solchi su stradeDove la pioggia d’estate non cadeE io che non riesco nemmenoA parlare con me
Mare, mareQui non viene mai nessuno a trascinarmi viaMare, mareQui non viene mai nessuno a farci compagniaMare, mareNon ti posso guardare così perchéQuesto vento agita anche meQuesto vento agita anche me
Passerà il freddoE la spiaggia lentamente si coloreràLa radio e i giornaliE una musica banale si diffonderàNuove avventureDiscoteche illuminate piene di bugieMa verso sera uno strano concertoE un ombrellone che rimane apertoMi tuffo perplessa ai momenti vissuti di già
Mare, mareQui non viene mai nessuno a trascinarmi viaMare, mareQui non viene mai nessuno a farci compagniaMare, mareNon ti posso guardare così perchéQuesto vento agita anche meQuesto vento agita anche me
Mare, mareQui non viene mai nessuno a trascinarmi viaMare, mareQui non viene mai nessuno a farci compagnia

Links

Acquista questa canzone